.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


23 settembre 2018

Poesie...Ogni poesia

Ogni poesia un uccello che fugge 
dal luogo indicato dalla piaga. 
Ogni poesia un vestito della morte, 
attraverso strade e piazze invase 
dalla cera letale dei vinti. 
Ogni poesia un passo verso la morte, 
una moneta falsa di riscatto, 
un tiro al segno nel bel mezzo della notte 
traforando i ponti sul fiume, 
le cui acque addormentate viaggiano 
dalla vecchia città verso i campi, 
dove il giorno prepara i suoi falò. 
Ogni poesia il tatto irrigidito 
di chi giace sulla lastra di pietra delle cliniche, 
avida esca animale che percorre 
la melma morbida delle sepolture. 
Ogni poesia un lento naufragio del desiderio, 
uno scricchiolio di alberi maggiori e di sartie 
che reggono il peso della vita. 
Ogni poesia un boato di tele che precipitano 
sopra il ruggito gelido delle acque 
con il crollo del pallido paranco delle vele. 
Ogni poesia tesa a invadere e a lacerare 
l'amara ragnatela della noia. 
Ogni poesia nasce da una sentinella cieca 
che urla nel vuoto profondo della notte 
la parola d'ordine della propria sofferenza. 
Acqua di sogno, fonte di cenere, 
pietra porosa dei mattatoi, 
legno in ombra dei semprevivi, 
metallo che suona per i condannati, 
olio funereo a doppio taglio, 
quotidiano lenzuolo funebre del poeta, 
ogni poesia semina nel mondo 
l'aspro cereale dell'agonia.
-Alvaro Mutis-






7 settembre 2018

Poesie...Nuvole di Settembre


Scontrandosi s' incontrano,
si uniscono
s'appaiano,scompaiono
riappaiono fondendosi
si librano, si travestono
lacrimandosi...
-©Maria Rosaria Perrone,da
"Appoggiata alla luna"Pensa ed.-






11 agosto 2018

Poesie...Warning

(Illustrazione :Pat Brennan)

Quando sarò vecchia mi vestirò di viola 
con un cappello rosso che non si intona e non mi dona. 
E spenderò la mia pensione in brandy e guanti estivi
E in sandali di raso, e poi dirò che non abbiamo soldi per il burro. 
Mi siederò sul marciapiede quando sarò stanca
E arrafferò assaggi di cibo nei negozi, suonerò tutti i campanelli
Farò scorrere il mio bastone sulle ringhiere 
E mi rifarò della sobrietà della mia giovinezza.
Uscirò in pantofole sotto la pioggia 
E raccoglierò fiori nei giardini degli altri
E imparerò a sputare. 

Quando sei vecchia puoi indossare assurde camicie e ingrassare 
E mangiare tre libbre di salsicce in un colpo solo 
O solo pane e sottaceti per una settimana, 
E accumulare penne e matite e tappi di bottiglia e cianfrusaglie nelle scatole. 

Ma ora dobbiamo indossare vestiti che ci tengano asciutti,
E pagare l’affitto e non dire parolacce per strada 
E dare il buon esempio ai bambini.
Dobbiamo invitare amici a cena e leggere il giornale. 

Ma forse dovrei cominciare a fare un po’ di pratica adesso? 
Così chi mi conosce non rimarrà troppo scioccato e sorpreso
Quando improvvisamente sarò vecchia, e comincerò a vestirmi di viola.
-Jenny Joseph,da ”Rose in the Afternoon- 




30 luglio 2017

POESIE ...TEMPO


("Donna allo specchio"O.Ghiglia)


La pazienza accarezza

l’orlo delle mie malinconie

mentre lestamente scivolano

i fogli degli almanacchi

e le specchiere ne tengono

il conto

Immutate restano

le circostanze.

-Maria Rosaria Perrone-

(da “Appogiata alla luna”Pensa Editore)




28 giugno 2017

Poesie...La poesia metasemantica

 

Il giorno ad urlapicchio

Ci son dei giorni smègi e lombidiosi
col cielo dago e un fònzero gongruto 
ci son meriggi gnàlidi e budriosi
che plògidan sul mondo infragelluto,

ma oggi è un giorno a zìmpagi e zirlecchi 
un giorno tutto gnacchi e timparlini,
le nuvole buzzillano, i bernecchi
ludèrchiano coi fèrnagi tra i pini;

è un giorno per le vànvere, un festicchio 
un giorno carmidioso e prodigiero,
è il giorno a cantilegi, ad urlapicchio
in cui m'hai detto -t'amo per davvero-.

-Fosco Maraini-






25 settembre 2016

Poesie...Lectio Magistralis

Se mi vedessero stare in piedi immobile, 
in mezzo ai miei fiori, 
come in questo istante,
penserebbero che
sto tenendo loro una lezione. 
Invece
sono io che ascolto
e loro che parlano.
Lì, in mezzo a loro,
mi insegnano la luce.
-Nikiforos Vrettakos-




29 giugno 2016

POESIE...SILENZIO


Non pensare che questo silenzio
sia semplice assenza di voci,

c’è lo stupore del fiore che sboccia
abisso del passero notturno

che gratta furtivo lo specchio della memoria.
(Il silenzio è il seme di qualcosa di più antico.)

Nel silenzio l’esistenza attenua
una realtà di frutto.

Non pensare che questo silenzio
sia semplice assenza di voci.

-José Eduardo Degrazia-




22 maggio 2016

POESIE...I PORTATORI DI SOGNI


Tutte le profezie raccontano

 Che l'uomo creerà la propria distruzione.

 Ma i secoli e la vita che sempre si rinnova

 Hanno anche generato una stirpe di amatori e sognatori;

 uomini e donne che non sognano la distruzione del mondo,

 ma la costruzione di un mondo pieno di farfalle e usignoli.

 Li hanno chiamati illusi, romantici, pensatori di utopie,

 hanno detto che le loro parole sono vecchie

 e in effetti lo sono,

 perché la memoria del paradiso è antica

 nel cuore dell'uomo.

 Sono pericolosi - stampavano le grandi rotative

 Sono pericolosi - dicevano i presidenti nei loro discorsi

 Sono pericolosi - mormoravano gli artefici di guerra

Bisogna distruggerli- stampavano le grandi rotative

 Bisogna distruggerli - dicevano i presidenti nei loro discorsi

Bisogna distruggerli - mormoravano gli artefici di guerra

 I portatori di sogni conoscevano il loro potere

 e perciò non si sorprendevano.

E sapevano anche che la vita li aveva generati

 per proteggersi dalla morte annunciata dalle profezie.

 E perciò difendevano la loro vita anche con la morte.

 E perciò coltivavano giardini pieni di sogni

 che esportavano con grandi nastri colorati;

 e i profeti dell'oscurità passavano notti e giorni interi

 controllando tutti i passaggi ed i sentieri,

 cercando quei carichi pericolosi

 che non hanno mai potuto intercettare,

 perché chi non ha occhi per sognare

 non vede i sogni né di giorno né di notte.

 E nel mondo si è scatenato un gran traffico di sogni

 che i trafficanti della morte non riescono a bloccare;

 e dappertutto ci sono quei pacchetti con grandi nastri colorati

 che solo questa nuova stirpe di veri esseri umani può vedere

 E i semi dei loro sogni non si possono scoprire

 perché vanno avvolti in rossi cuori

 o in larghi vestiti di maternità

 dove i piedini sognatori caprioleggiano nei ventri che li vogliono portare.

Gioconda Belli-




21 marzo 2016

21 Marzo,Giornata Mondiale Della Poesia,Giornata Della Memoria e Dell'Impegno,Nascita della poetessa Alda Merini...


Per Giovanni Falcone

La mafia sbanda,
la mafia scolora
la mafia scommette,
la mafia giura
che l'esistenza non esiste,
che la cultura non c'è,
che l'uomo non è amico dell'uomo.

La mafia è il cavallo nero
dell'apocalisse che porta in sella
un relitto mortale,
la mafia accusa i suoi morti.

La mafia li commemora
con ciclopici funerali:
così è stato per te, Giovanni,
trasportato a braccia da quelli
che ti avevano ucciso.

(Alda  Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009)




31 gennaio 2016

Poesie...LentaMente

Adesso è il tempo  

dei silenzi d’intesa e  dei silenzi dissidenti

dei sorrisi  gioiosi e dei sorrisi beffardi

Non è più il tempo

di inutili tempeste logorroiche

di  affrettarsi

Adesso è il tempo

della lentezza

-Vulcanochimico-



sfoglia     agosto       
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom