.
Annunci online

  vulcanochimico [ chi ben comincia .... ]
         


 "Piante di Iris"-Vincent Van Gogh

    


"Appoggiata alla luna"

di Maria Rosaria Perrone
-Pensa Editore-



 



Disclaimer

"Ci sono il noto e l'ignoto,
e in mezzo ci sono le porte"
-J.Morrison-

"Possono raccontarci tante bugie
e farle passare per verità,
Align Left
ma solo ciò che avviene
nella realtà
dei fatti è verità"
-Vulcanochimico
-

Ricevuto da:Irlanda

Ricevuto da: Heavenonearth,
Salvatore Sblando

Ricevuto da: Andrezej,
Donatodisanzo,Terzostato.
Valigetta



 


Wikio
 


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog


29 settembre 2005

Riflessioni ,consigli e citazioni dal nulla.....le piccole notizie che non fanno notizia.... ma fanno paura

Riflettevo...aggredire una ragazzina di tredicianni,gridarle insulti razzisti e disegnarle sulla pelle con una pietra una svastica è solo bullismo o è anche razzismo?
IL fatto è accaduto a Tollegno(Biella);tre ragazzi hanno aggrdito la ragazzina di padre italiano,(morto da qualche tempo) e madre marocchina., ha avuto solo la colpa di avere una pelle un pò più scura...la svastica sulla pelle scomparirà a breve ma quella disegnata sul cuore scomparirà a breve?
Questa storia mi ha fatto venire in mente un bel libricino ,scritto in modo semplice da Tahar Ben Jelloun,poeta ,scrittore e giornalista di origini marocchine:
                                                         Il Razzismo spiegato a mia figlia
  

"...-Dimmi babbo che cos'è il razzismo?
-Tra le cose che ci sono al mondo, il razzismo è la meglio distribuita è un comportamento piuttosto diffuso comune a tutte le società tanto da diventare,ahimè banale.Esso consiste nel manifestare diffidenza e poi disprezzo per le persone che hanno caratteristiche fisiche e culturali diverse dalle nostre.
-Quando dici "comune",vuol dire "normale"
-No.Non è perchè un comportamento è corrente che può essere considerato normale.In generale l'essere umano ha tendenza a non amare qualcuno che è differente da lui,uno straniero per esempio:è un comportamento vecchio come l'uomo ed è universale.e' così dapperttutto.
-Se capita a tutti anch'io potrei essere razzista!
-Intanto la natura spontanea dei bambini non è razzista.Un bambino non nasce razzista .E se i suoi genitori o i suoi famigliari non gli hanno messo in testa delle idee razziste,non c'è ragione perchè lo diventi.Se, per esempio,ti fanno credere che  quelli che hanno la pelle bianca sono superiori a quelli che ce l'hanno nera,e se tu prendessi per oro colato quell'affermazione,potresti assumere un atteggiamento razzista nei confronti dei negri.
-Cosa vuol dire essere superiori?
Per esempio,credere che uno per il fatto che ha la pelle bianca,è più intelligente di qualcuno che ha la pelle di un altro colore,nera o gialla.In altre  parole ,l'aspetto fisico del corpo umano,che ci differenzia l'uno dall'altro,non implica alcuna disuguaglianza...."
tratto da "Il razzismo spiegato a mia  figlia"pag.9-10 Ed.Bompiani 2000

Come sempre qualche dubbio mi assale....e forse oltre al bullismo,c'è anche  il razzismo ...




permalink | inviato da il 29/9/2005 alle 20:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa



28 settembre 2005

I moti dell'anima....versi malinconici

Versi  di  poeti ...di donne....Anna Andreevna Achmatova

La porta è socchiusa
La porta è socchiusa,
dolce respiro dei tigli...
Sul tavolo, dimenticati,un frustino ed un guanto.
Giallo cerchio del lume...tendo l'orecchio ai fruscii.
Perché sei andato via? Non comprendo...
Luminoso e lieto domani sarà il mattino.
Questa vita è stupenda,sii dunque saggio cuore.
Tu sei prostrato, batti più sordo, più a rilento...
Sai, ho letto
che le anime sono immortali.
(Anna Andreevna Achmatova)




Ritratto di Anna Andreevna Achmatova di Nathan Altman








permalink | inviato da il 28/9/2005 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa



28 settembre 2005

Notizie e consigli dal nulla.....in...."Rosa"

Notizie e consigli alle donne...ma credo che coinvolgano anche gli uomini.....

Campagna prevenzione tumore al seno:Aperta ieri a Roma la "Campagna Nastro Rosa 2005".
Anche quest’anno ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno, LILT ed Estèe Lauder sono ancora una volta insieme in occasione della Campagna Nastro Rosa 2005: un’importante iniziativa per sensibilizzare tutte le donne sull’importanza della corretta prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, unica strategia vincente contro questa patologia neoplastica.

IL MANIFESTO
DELLA PREVENZIONE DEL TUMORE AL SENO
Con un’adeguata e opportuna anticipazione diagnostica le possibilità

di vincere il tumore al seno salgono ad oltre il 90%

 

1.        Scegli attentamente la tua alimentazioneAdottare un corretto regime alimentare potrebbe ridurre l'insorgenza della malattia addirittura del 30 per cento.Il consiglio unanime è quello di mangiare poca carne, in particolar modo la carne rossa e limitare gli zuccheri. Un buon effetto protettivo sul tumore al seno viene invece dalla frutta fresca, dai legumi e dalle verdure, soprattutto carote e cavoli.

Prof. Francesco Schittulli: lotta al tumore al seno e corretta alimentazione, un binomio che funziona, perché mangiare sano è il modo migliore per prevenire ogni forma di cancro e, quindi, anche quello della mammella. Secondo l’Organizzazione Mondiale per la Sanità, circa il 40% dei 10 milioni di persone che ogni anno si ammalano di cancro in tutto il mondo avrebbe potuto evitare la malattia se solo avesse seguito un’alimentazione corretta. Va sottolineato che gli alimenti in quanto tali non sono necessariamente causa di tumori, tuttavia l’abitudine all’assunzione di quantità eccessive o errate metodologie di cottura possono trasformare un buon alimento in un “cattivo” alimento. È  il caso, per esempio, dei grassi contenuti nella carne, ma anche della carne stessa, che, come lo zucchero, se consumati in quantità eccessiva potrebbero  favorire l’insorgere di diversi tipi di carcinomi, tra i quali quello del seno.

2.        Fai attività fisica Un po' di movimento, se praticato in modo regolare e proporzionato all'età, fa benissimo. Anzi, secondo gli studi più recenti, può ridurre del 20-40 per cento le probabilità di contrarre il cancro al seno. Il movimento favorisce l'aumento di tutte le difese immunitarie del nostro organismo. Anche perché stimola l'attività delle cosiddette natural killer, speciali cellule dotate di proprietà immunologiche contro il cancro. Sport e attività fisica, inoltre, favoriscono l'aumento dei cosiddetti anti-ossidanti endogeni, sostanze in grado di neutralizzare i radicali liberi.

Prof. Francesco Schittulli: recenti indagini scientifiche hanno suggerito che siano necessarie "20-25 ore di dispendio metabolico" per ottenere un effetto preventivo sul cancro. Questa dose,in termini di attività fisica, equivale a circa 2,5 ore settimanali di esercizio fisico intenso (che produca un aumento, cioè,  della respirazione e della sudorazione, come durante la corsa o durante un’attività aerobica) o a 4-6 ore settimanali di attività fisica moderata (che produca un aumento della frequenza respiratoria e della sudorazione modesto, come durante le passeggiate a passo sostenuto). Inoltre, è stato dimostrato che un’attività fisica moderata migliori il sistema immunitario, e questo potrebbe essere un ulteriore meccanismo per prevenire alcune forme di tumore.

3.        Tieni sotto controllo il tuo peso Nei Paesi dell'Europa occidentale il sovrappeso è responsabile di circa il 10% dei casi di tumore al seno.Un’indagine condotta dai ricercatori dell'Università di Washington ha dimostrato come il peso corporeo superiore alla norma, specie in età adolescenziale, rappresenti un fattore di rischio e come le donne obese o con problemi di linea da giovani abbiano più probabilità di sviluppare prima la malattia.

Prof. Francesco Schittulli: per i soggetti con stile di vita sedentario è opportuno, oltre allo svolgimento di un’attività fisica regolare, anche una particolare attenzione per mantenere un peso corporeo nei limiti della norma. In termini generali, si definisce in soprappeso chi supera del 10% il proprio peso corporeo, obeso chi lo supera del 20%. La prevenzione contro l’aumento di peso e l’obesità e la promozione dell’esercizio fisico dovrebbero, inoltre, iniziare in giovane età. Uno stile di vita che includa un’alimentazione corretta, un esercizio fisico moderato-sostenuto e il controllo del peso è fondamentale, infatti, non solo per la prevenzione del tumore alla mammella, ma anche rispetto al rischio di altre malattie, in primo luogo quelle cardiovascolari.

4.        Sottoponiti a esami preventivi a seconda della tua età AUTOPALPAZIONE: è l’autoesame del seno che permette alla donna di conoscere la struttura del proprio seno e quindi di poter individuare eventuali noduli duri e/o anomalie rispetto al mese o ai mesi precedenti. Dai 16-18 anni in poi andrebbe effettuata periodicamente, possibilmente una volta al mese.

VISITA SENOLOGICA: è l’esame del seno eseguito dal medico che potrà così riscontrare un nodulo sospetto. Andrebbe effettuata una volta l’anno a partire dai 25/30 anni di età.

ECOGRAFIA: è l’esame strumentale che individua l’eventuale comparsa di noduli. È consigliabile comunque nelle mammelle compatte delle donne giovani o delle donne che non abbiano allattato. Da effettuare una volta all’anno, dai 25/30 anni d’età.

MAMMOGRAFIA: è il metodo attualmente più efficace per la diagnosi precoce: è consigliabile eseguirlo una volta l’anno per tutte le donne dai 40 anni in poi. Rimane l’esame salvavita per la maggior parte delle donne che si ammalino, perché permette di poter intervenire quando il tumore è ancora piccolo e ben localizzato.

Prof. Francesco Schittulli:* l’invito che voglio rivolgere, il consiglio che mi sento di dare a tutte le donne, in qualità di Presidente della LILT e di chirurgo senologo in particolare, è che la diagnosi precoce diventi un fattore culturale, un impegno operativo, un gesto abituale, perché solo se praticata con regolarità risulterà efficace. Ecco perché ritengo che l’autoesame del seno, permetta alle ragazze di conoscere la struttura della ghiandola mammaria e, quindi, di individuare tempestivamente eventuali noduli o alterazioni rispetto al mese o ai mesi precedenti. Questa tecnica educativa è auspicabile che venga praticata fin dai 16-18 anni, ovvero dagli ultimi due anni della scuola media-superiore. In questo modo, le ragazze impareranno subito e meglio a conoscere il proprio seno, acquisendo la buona abitudine alla prevenzione. Dai 25 anni in poi, invece, è importante sottoporsi a controlli clinici ed ad esami diagnostici specifici, diversificati a secondo dell’età, come la visita senologica, l’ecografia mammaria e la mammografia.

5.        Se hai più di 50 anni aderisci a programmi di screening per il carcinoma mammario Si tratta di interventi sanitari, attuati su una popolazione sana di donne ultracinquantenni, con lo scopo di poter effettuare la diagnosi precoce di questa malattia attraverso l’esame mammografico. Attualmente, i programmi di screening raggiungono circa il 40% della popolazione femminile del nostro Paese, mentre la percentuale di donne, tra i 55 e i 69 anni, che ha realmente effettuato una mammografia non tocca purtroppo la quota del 20%.

Prof. Francesco Schittulli: la LILT ha attivato, attraverso la Conferenza Stato-Regione, il proprio Osservatorio sugli screening dei tumori femminili. Questo osservatorio ha due obiettivi: registrare le Regioni che attivano le campagne di screening e verificare la validità degli screening stessi, allargandoli su tutto il territorio nazionale. È un impegno preciso della LILT, quindi, chiedere alle Istituzioni che, dopo i 50 anni,è una percentuale sempre maggiore di donne siano invitate a partecipare a programmi di screening per la prevenzione del carcinoma mammario.Lega italina Lotta tumori

  *Prof.Francesco  Schittulli:Presidente Nazionale Lega Italiana per la lotta contro i Tumori

 




permalink | inviato da il 28/9/2005 alle 10:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa



27 settembre 2005

Notizie e citazioni dal nulla....per costruire un mondo di pace le donne dicono :Sì....

Un referendum che riguarda l'umanita' intera

Il 23 ottobre in Brasile si svolgerà il primo referendum nella storia di quell'immenso paese: la popolazione tutta sarà chiamata a decidere se vuole proibire il commercio delle armi da fuoco.

 LE DONNE BRASILIANE DICONO SI' AL REFERENDUM PER PROIBIRE IL
COMMERCIO DELLE ARMI
[Dal sito www.referendosim.com.br riprendiamo questo appello di donne per il si' al referendum che il 23 ottobre chiedera' all'intera popolazione brasiliana:
"Volete che sia proibito il commercio delle armi da fuoco e delle munizioni?"]
Come donne diciamo si' al diritto a vivere
In Brasile e nel mondo sono gli uomini quelli che piu' uccidono e piu' muoiono uccisi dalle armi da fuoco. Ma anche le donne sono direttamente e indirettamente colpite da questo tipo di violenza:
- nelle capitali brasiliane il 44,4% delle donne vittime di omicidio nel 2002 sono state uccise con armi da fuoco (Iser, 2005: dati Datasus, 2002).
- Nel 2004 a Rio de Janeiro 2.130 donne sono state ricoverate per ferite da arma da fuoco (Iser, 2005: dati Datasus).
- Inoltre, sono principalmente le donne che si prendono cura delle persone ferite da armi da fuoco, e sono principalmente le donne che garantiscono sostegno psicologico ed economico alle famiglie e alle comunita' devastate dalla violenza.
- Il numero delle donne che restano vedove in conseguenza di questa violenza cresce ogni anno, e poche' le donne brasiliane guadagnano in media il 58,6%del salario percepito dagli uomini (Ibge, 2003), questo contribuisce all'impoverimento delle famiglie brasiliane e alla femminilizzazione dellapoverta'.
*I dati lo provano: le armi non proteggono
Le armi acutizzano i problemi come la violenza contro le donne:
- a livello mondiale dal 40 al 70% degli omicidi di donne sono commessi da loro partners o comunque persone con cui erano in relazioni intime (Dahlburgand Krug, 2002).
- piu' della meta' (53%) delle donne vittime di omicidi e di tentativi di omicidio conoscevano il loro aggressore - mentre per gli uomini questa percentuale cade al 18%. E piu' di un terzo di queste donne avevano o avevano avuto una relazione d'amore con il loro aggressore (Iser, 2005: dati
delle Delegazioni Legali di Rio de Janeiro tra 2001 e 2005).
- In molti casi gli autori di stupri non sono degli estranei. Nello stato di Rio de Janeiro, secondo i dati raccolti tra il 2001 e il 2003, il 48,8%degli autori di stupri erano conosciuti dalle vittime (Cesec, 2005).
*Le armi causano incidenti, particolarmente con i bambini in casa
- Ogni giorno tre bambini (di eta' da 0 a 14 anni) sono ricoverati in ospedale per lesioni provocate da armi da fuoco, due per motivi accidentali e una a causa di una aggressione (Iser, 2005: dati Datasus, 2002).
- Tra i giovani tra i 15 e i 24 anni - il gruppo piu' a rischio di violenza armata in Brasile - quasi un terzo (31%) degli ospedalizzati per lesioni da arma da fuoco risulta ferito per causa accidentale (Iser, 2005: dati
Datasus, 2002).
*Il disarmo aumenta la sicurezza, particolarmente delle donne
Il maggior controllo delle armi ha contribuito a far diminuire i rischi per tutta la societa'; e la riduzione del numero delle donne morte e' il primo e piu' significativo risultato:
- in Canada, tra il 1995 e il 2003, il tasso di omicidi eseguiti con armi da fuoco e' calato del 15%; gli omicidi di donne eseguiti con armi da fuoco sono diminuiti del 40% (Canadian Department of Justice, 2004).
- In Australia, cinque anni dopo l'approvazione della legge del 1996 che praticamente proibiva la vendita delle armi da fuoco, il tasso di omicidi eseguiti con armi da fuoco e' caduto del 50% rispetto alle vittime
complessive; in riferimento alle donne la diminuzione e' stata del 57% (Australian Institute of Criminology, 2003).
*Secondo i dati ufficiali le donne sono piu' della meta' dell'elettorato in Brasile.
La decisione e' nelle nostre mani.
Il 23 ottobre diciamo si' al diritto a vivere, si' al referendum per il disarmo.www.peacelink.it

Riporto un contributo di Maria G. di Rienzo*
Mutare il piombo in oro è mestiere d'alchimista
Fra fumi ed alambicchi, sta ben fuori di vista.
Attenta, che è meta utopica, o malriposta brama
e credere nelle favole nuoce alla buona fama.
Mi ammonisce lo scettico che non v'e' speranza alcuna:
rinunci tu alle armi? Tira giù anche la luna!
Ma io che sono strega, e strega di Tessaglia,
la luna la lavoro come una sciarpa a maglia.
Dubbioso, sù la testa, il momento e' arrivato:
un'umanità felice il piombo in oro ha mutato.
Non è l'oro dei potenti, è il biondo del grano,
è chioma di fanciulla, è sole nella mano.
Sia esecrato per sempre il piombo dei fucili,
dolci sian ritessuti dell'oro tutti i fili.
Possa, il 23 ottobre, far festa il mondo intero:
ché gli alchimisti di pace han sempre detto il vero.

*Maria G. Di Rienzo e' una  prestigiosa intellettuale femminista, saggista, giornalista, regista teatrale e commediografa, formatrice, ha svolto rilevanti ricerche storiche sulle donne italiane per conto del Dipartimento di Storia Economica dell'Università di Sidney (Australia); e' impegnata nel movimento delle donne, nella Rete di Lilliput, in esperienze di solidarietà e in difesa dei diritti umani, per la pace e la nonviolenza; è coautrice dell'importante libro: Monica Lanfranco, Maria G. Di Rienzo (a cura di), Donne disarmanti, Edizioni Intra Moenia, Napoli 2003]


 




permalink | inviato da il 27/9/2005 alle 9:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa



25 settembre 2005

I moti dell'anima.....colori...profumi...ricordi

La stagione dei colori...dei profumi..dei ricordi...dei proprositi...

Autunno
Sono più miti le mattine
E più scure diventano le noci
E le bacche hanno un viso più rotondo,
La rosa non è più nella città.
L'acero indossa una sciarpa più gaia,
E la campagna una gonna scarlatta.
Ed anch'io, per non essere antiquata,
Mi metterò un gioiello.

Emily  Dickinson





permalink | inviato da il 25/9/2005 alle 20:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa



24 settembre 2005

Riflessioni dal nulla.....la metafora del desiderio e del piacere.....

Molti sono stati gli eventi che ci hanno turbato in questa settimana,perciò ho scelto di parlare di un piacere sublime...non si tratta di citazioni dotte...
Gli ingredienti sono semplici: zucchero- nocciole 13%- cacao magro-l atte scremato in polvere-lattosio- leticina di soia- emulsionante.aromi....
Tutto iniziò…nel 1964 quando Michele Ferrero,figlio di Pietro migliorò la ricetta del Giandujot,che il padre aveva creato  nella sua piccola pasticceria ad Alba...
Nacque così una crema dalla "sensuale"consistenza,  presentata in un sinuoso barattolo di vetro.
Oltre ad avere un valore nutrizionale,da una sensazione di benessere individuale e collettivo...accumuna tutte le età e tutte le estrazioni sociali e politiche....
Si tratta della mitica NUTELLA ,la crema da spalmare,conosciuta in tutto il mondo...
Non so voi, ma io l'adoro e in barba alla dieta e ai problemi, da sola e soprattutto in compagnia affondo il cucchiaino in quella crema voluttuosa e......mi perdo nel piacere infinito!



Vi auguro un dolce e piacevole fine settimana......




permalink | inviato da il 24/9/2005 alle 23:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa



23 settembre 2005

Riflessioni e citazioni dal nulla....."Ritorno al passato"

Riflettevo....Agli attuali governanti piace molto "ritornare al passato"...mi viene in mente un sonetto "giocoso"di Cecco Angiolieri....

S’i fosse foco

S'i fosse foco, arderei 'l mondo;
s'i fosse vento, lo tempestarei;
s'i fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i fosse Dio, mandereil' en profondo;
s'i fosse papa, allor serei giocondo,
ché tutti cristiani imbrigarei;
s'i fosse 'mperator, ben lo farei;
a tutti tagliarei lo capo a tondo.
S'i fosse morte, andarei a mi' padre;
s'i fosse vita, non starei con lui;
similemente faria da mi' madre.
Si fosse Cecco com'i' sono e fui,
torrei le donne giovani e leggiadre:
le zoppe e vecchie lasserei altrui.
(Cecco Angiolieri)

Ma forse è tutto uno scherzo......




permalink | inviato da il 23/9/2005 alle 8:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa



20 settembre 2005

Riflessioni e citazioni dal nulla...."il nettare degli dei"

E' tempo di vendemmia e gli esperti prevedono un ottimo vino.Riflettendo credo che a nessuna bevanda o alimento sia stata data tanta importanza quanto al vino,"il nettare degli dei",proprio perchè capace di inebriare tutte le menti di ricchi e di poveri,di colti e ignoranti,di potenti e di umili.Sin dall'antichità a questa bevanda sono state attribuite virtù magiche,ha ispirato poeti...I greci hanno creato una discendenza mitica del vino:è stato donato all'umanità da Dionisio.Nell'antica Grecia proprio perchè il vino era una concessione divina per berlo esistevano regole precise:andava sempre consumato mescolato con l'acqua ed il simposio era l'occasione conviviale in cui era concesso gustarlo.Lo stordimento eccessivo era considerato inclinazione da barbari,il piacere doveva essere moderato attraverso la continenza.Tra i versi dei primi poeti arcaici greci ispirati da questo" nettare divino" cito alcuni frammneti di Alceo e di Anacreonte ,vissuti intorno al 600 a.C.
Alceo scrive:
(...)il figlio di Zeus e Semele diede agli uomini il vino per dimenticare i dolori
e ancora incita a celebrare senza indugi la morte del tiranno:
..Bisogna ubricarsi ora,bere anche se non si vuole,perchè è morto Mirsilio


(Bacco-Caravaggio-Uffizi Firenze)
Ma Anacreonte con una concezione  del bere il vino, diametralmente opposta a quella di Alceo, secondo cui l'alcool non deve appannare la mente,ma deve al contrario suscitare puro piacere ,scrive:
Portami un orcio ragazzo,
ch'io tracanni d'un fiato,
mescimi dieci misure
d'acqua e cinque di vino,
perchè io di nuovo celebri,
senza violenza Dionisio

Suvvia,non più di nuovo
fra glu urli e fra gli strepiti
beviamo com'usan gli Sciti,
ma sorseggiando tra i bei canti
E poi ancora scrive invitando  al canto poetico:
Non mi è caro chi presso il cratere ricolmo bevendo
narra i tumulti le risse le lacrimose guerre,
ma solo chi d'Afrodite e delle Muse insieme
i bei doni associando canta l'amabile gioia




permalink | inviato da il 20/9/2005 alle 20:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa



18 settembre 2005

Notizie dal nulla.....il dramma del Niger

Questa immagine credo che parli più di tante parole....


In Niger  la fame e la malnutrizione dovute alla carestia causata dalla siccità e dalla distruzione dei raccolti delle locuste, minacciano oltre 3,6 milioni di persone,di queste 800mila sono bambini al di sotto dei 5 anni.Servono con urgenza 12 milioni di dollari www.unicef.it




permalink | inviato da il 18/9/2005 alle 18:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



18 settembre 2005

Riflessioni e citazioni dal nulla....i consigli di Leonardo su disprezzo e superbia

Molto spesso capita che si sottovalutino gli altri e il loro lavoro,credendo con superbia di essere gli unici artefici dei risultati finali.A tal proposito riporto una semplice citazione di Leonardo da Vinci...

L'inchiostro e la carta
"L'inchiostro displezzato per la sua nerezza dalla bianchezza della carta,
la quale da quello si vide imbrattare.
Vedendosi la carta tutta macchiata dall'oscura negrezza dell'inchiostro,di quello si dole;
el quale mostra a essa che per le parole,ch'esso sopra lei compone,
essere cagione della conservazione di quella."
( Codice Forster III -Victoria and Albert museum -London)




permalink | inviato da il 18/9/2005 alle 9:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


sfoglia     agosto   <<  1 | 2 | 3  >>   ottobre
 


Ultime cose
Il mio profilo



APPUNTI COSPARSI SU TEMI SPARSI
LECCELLENTE
OMBRACHECAMMINA
POCHIMABUONI
GRUPPOFOTOGRAFICO GAIRO'
POESIE E DINTORNI
MESLIER
POVEROBUCHARIN
IL_DITO_NELLA_PIAGA
SHAMALBLOG
PAOLO BORRELLO
ACCHIAPPAMOSCHE
LUPOSORDO
MARALAI
VOLIPINDARICI
KURTZ
PINOCOMUNE
DONATODISANZO
HEAVENON EARTH
GOCCIADIME
POLLONCOMBINAGUAI
FABIOLETTERARIO
IRLANDA
AEGAION
SPECCHIO
DAWOR***
LUIGI
ZADIG
TERZOSTATO
KERMIT
DANDO01
EFESTO
MOKELLA
HDR
L'APEGIULIA
VALIGETTA
SOGNIEBISOGNI
GENTECATTIVA
ES-SENZA
KILOMBO
TALENTOSPRECATO
REDLINE3
MARLA
FABIO.EVERGREEN
ROSSOANTICO
GALATEA
SHAMAL
DILWICA
GALILEO
POET@NDO
EVAKANT E DIABOLIK
LECCEPRIMA
BRINDISISERA
PANEACQUA


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom